Ad Hoc Revolution 8.0

In AdHoc Revolution 8 sono oltre 200 le novità, le migliorie e gli aggiornamenti che consentono di supportarti in una gestione aziendale sempre più ottimizzata.

adhoc

INFRASTRUTTURA

  • Cruscotto Informazioni: E' attivabile il nuovo cruscotto informazioni in modalità schermo pieno, ai fini di controllo, o in modalità schermo parziale, per tenere sotto controllo le informazioni utili durante l'attività lavorativa.
  • Short cut: pulsanti che permettono di accedere direttamente alle funzioni più utilizzate del programma.
    I pulsanti sono visibili sullo sfondo del gestionale o sulla spalla compatta a destra.
  • Visualizzazione immediata dei dati: informazioni sintetiche con la possibilità di accedere al dettaglio con un click del mouse.
  • Grafici: riassumono velocemente le informazioni salienti dell’azienda.

Con questa release Ad Hoc Revolution è nativamente compatibile con Microsoft Windows 10, SQL Server 2014 e con Postgre Sql 9.

MODULO BASE

  • Visualizzazione Clienti e Fornitori: nuovo programma che permette di accedere alle anagrafiche con vari filtri di ricerca.
  • Aggiornamento massivo clienti e fornitori:Con questa nuova funzione (dal menù Archivi – Contabili – Servizi – Aggiornamento intestatari) è possibile aggiornare massivamente le anagrafiche clienti fornitori filtrandole opportunamente attraverso il Tab Selezioni.
  • Invio mail tramite PEC: è stata integrata la dll per l’invio mail SMTP per supporti SSL in modo da poter utilizzare anche caselle di tipo PEC.
  • Integrazione con click2call: è stato integrato il clik2call, sistema che permette di far squillare il telefono VoIP e aprire la chiamata con il destinatario. Una volta configurato il servizio e utente, sarà possibile sulle anagrafiche clienti/fornitori/nominativi, premere la relativa voce disponibile nel pulsante destro ‘Contatta’ per far partire automaticamente la chiamata. Il sistema permette di far squillare il telefono VoIP e aprire la chiamata con il destinatario.

 

CONTABILITA'

  • Nuove distinte SEPA per Bonifici e Rid: Sepa è l’acronimo di "Single Euro Payments Area", ovvero l’area dei pagamenti unitari in euro.
    L'uso di tale standard è obbligatorio tra le banche sin dal 1° febbraio 2014. Per venire incontro alle esigenze delle imprese nel passaggio alla Sepa, la Banca d'Italia ha previsto per queste la possibilità di derogare all'obbligo di utilizzare il formato XML fino al 1° febbraio 2016. Le aziende potranno comunque utilizzare il formato XML anche prima del 1° febbraio 2016. I tracciati gestiti da AHR sono quelli rilasciati dal Consorzio CBI (www.cbi-org.eu), di cui raccomandiamo lettura della documentazione e delle f.a.q. relative. 
    Nel dettaglio AHR tratta:
    Disposizioni di Incasso rid SEPA Direct Debit ( “SDD”)
    Bonifico XML SEPA ( “SEPA Credit Transfer SCT”)
    Bonifico Estero XML
  • Stampa saldi conti, clienti e fornitori:permette di stampare anche i conti movimentati nel periodo che hanno un saldo attuale uguale a zero.
  • Aliquote non movimentate nella stampa registri: Nelle stampa registri iva venivano riportate, nel riepilogo, anche le aliquote non movimentate nel periodo e quindi con totale = 0, se erano state movimentate almeno in un periodo precedente.
    Per consentire all’utente di poter scegliere se stampare o no i registri con le aliquote non movimentate, è stato inserito un nuovo flag sulla maschera di stampa.

 

  • Cash Flow:Aggiunta la nuova funzione ‘Visualizzazione Cash flow’. Permette di monitorare la situazione finanziaria a livello globale e accedere ai dettagli dei singoli periodi fino ad evidenziare la singola partita.
    Considera le partite aperte, le distinte bancarie e i documenti degli acquisti e delle vendite che determineranno movimenti finanziari futuri.
  • Contabilizzazione per data documento: è stata introdotta la possibilità di parametrizzare la data di contabilizzazione dei documenti provenienti dal ciclo vendite e dal ciclo acquisti. In tal modo si evita di dover impostare il parametro ad ogni contabilizzazione documenti.
  • Numero registrazioni nella stampa libro giornale: il Decreto ministeriale 23 gennaio 2004 (Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto) all’articolo 7 prevede che l’imposta di bollo sia corrisposta nella misura di Euro 14,62 per ‘…ogni 2500 registrazioni o frazioni di esse’. Nella maschera ‘Esercizi’, e in particolare tra i parametri generali relativi al libro giornale, è stato aggiunto un contatore che per ogni stampato in definitiva del libro giornale ne conta il numero di registrazioni aventi il flag di stampa libro giornale attivo.

 

CONTABILITA' ANALITICA

  • Visualizza schede analitica:E’ stata data la possibilità all’utente, dalla maschera ‘Visualizza schede analitica’, di ricercare i movimenti di primanota con dati di analitica mancanti e provvedere al loro caricamento. La casistica è tipicamente quella in cui le registrazioni di primanota che provengono da contabilizzazione e i cui conti contabili movimentati abbiano come metodologia di aggiornamento degli importi da ripartire quella ‘Manuale’.
  • Stampa schede analitica – Stampe movimenti di analitica: Le due funzionalità sono state rese più complete con l’aggiunta di nuovi elementi riguardanti sia la possibilità di effettuare ulteriori filtri ai dati da stampare che le informazioni ricavabili dai report di stampa prodotti.

 

MAGAZZINO E DOCUMENTI

  • Libro Giornale e Schede di magazzino con filtro su classe ABC:Nelle maschere di ‘Stampa giornale di magazzino’ e ‘Stampa schede di magazzino’ è stato aggiunto un filtro che permette di scegliere se considerare gli articoli di tutte le classi o solo quelli appartenenti alla classe A e B.
    E’ stata inoltre introdotta a menù una funzione che consente di evidenziare quegli articoli per i quali non è stata associata una ‘Classe ABC’.
  • Importazione documenti: è stata resa più flessibile la maschera di Importa documenti con le due seguenti implementazioni nel tab ‘Ulteriori selezioni’. La prima modifica è stata l’inserimento di un nuovo filtro per Destinazione in modo da consentire all’utente di filtrare i documenti in base ad una determinata sede di consegna.
    La seconda modifica consente di filtrare nelle ‘Ulteriori selezioni’ anche il cliente o fornitore quando viene indicata una causale tra le origini che prevede il cambio di intestatario (flag No Intestatario attivato).
  • Dati pagamento in importazione documenti: è stato migliorato ulteriormente il meccanismo di attribuzione dei dati pagamento in fase di importazione documentale estendendo il controllo automatico e la relativa compilazione, ai campi della Banca e del Conto corrente oltre a quello già esistente sul codice Pagamento. Il sistema aggiunge in automatico la banca e il codice conto corrente inseriti in anagrafica, se non son presenti sul documento di origine.